DOMENICA 12 Luglio ore 21.00

MASSERIA Parco Regionale "Bosco e paludi di Rauccio" Lecce

 

Il live di Baba Sissoko che presenta “Amadran”, il suo ultimo album in un live in solo.

Nato a Bamako (Mali), Baba Sissoko è Maestro indiscusso del Tamani (talking drum) che ha imparato a suonare durante la sua infanzia (grazie agli insegnamenti di suo nonno Djeli Baba Sissoko) e dal quale estrae con una naturalezza sbalorditiva tutte le note con un solo gesto. Eccelso polistrumentista suona anche lo ngoni, il kamalengoni, la chitarra, il balaphon, la calebasse,  l’Hang e…  canta!

Originario di una grande dinastia di griots del Mali, il cui ruolo nella tradizione è quello di riconciliare i cuori e gli animi, è stato il primo ad introdurre il suono del tamani nella musica moderna maliana. Nelle composizioni musicali di Baba Sissoko, grande influenza ha l’ Amadran, che è una ripetitiva ed ipnotica struttura musicale  tipica del Mali dalla quale, secondo il parere di numerosi ricercatori, ebbe origine il blues.

Il suo stile è estremamente originale: Baba ama integrare alle melodie ed ai ritmi propri della tradizione musicale del Mali (Bambara, Peul, Mandinghi e Sonrai), le sonorità del jazz e del blues, creando un fantastico e originale effetto musicale.

Questo è possibile anche grazie alle sue numerosissime esperienze con musicisti provenienti da contesti e culture musicali completamente diverse dalle sue. La sua capacità di suonare una vasta gamma di strumenti e la sua estrema sensibilità verso gli altri generi ed altre espressioni musicali, lo hanno portato a collaborare con moltissimi musicisti di fama internazionale. Sui palchi di tutti i continenti, duettando con gli artisti più vari, da Dee Dee Bridgewater a Gegè Telesforo, da Omara Portundo a Roberto Fonseca, da Simon Phillips a Enzo Avitabile, da Fatoumata Diawara a Rokia Traorè, solo per citarne alcuni.

In una recente intervista su Rockit.it, Baba spiega il suo pensiero sulla musica: “…la mia musica non è solo una cosa mia, per me, ma è di tutti. Io credo che l’unica cosa vera che rimanga su questa terra sia la musica. La musica per me è una cosa importantissima, perché chi capisce la musica, capisce il valore delle cose che fa, capisce il valore dell’amore. … Io sono innamorato della musica, mi piace, senza musica io non posso vivere, questo l’ho imparato negli anni. Per questo per me la musica è pace.”

 

Incontro con il professor Domenico Licchelli dell’Osservatorio Astrofisico R.P.Feynman e Associazione Culturale ANU-KI e il suo viaggio tra le “Segrete armonie del cosmo”.

L’idea che l’Universo sia permeato da una sorta di armonia cosmica è antica quanto l’uomo ma è da Pitagora in poi che si traduce in una precisa formulazione nota come Musica delle sfere. Così scriveva Cicerone nel Somnium Scipionis: “Movimenti così grandiosi non potrebbero svolgersi in silenzio, e la natura richiede che le due estremità risuonino, di toni gravi l'una, acuti l'altra….Le orecchie degli uomini, riempite di questo suono, diventarono sorde, né infatti vi è in voi un altro senso più debole”. Ai giorni nostri, oltre a ragionare sull’aspetto filosofico delle armonie matematiche possiamo “ascoltare” direttamente la voce degli astri, in particolare di stelle e galassie. Ed è proprio questo ascolto che ci permette di svelare alcuni dei loro segreti più intimi e di comprendere più in dettaglio la storia stessa dell’Universo.

Domenico Licchelli, astrofisico di formazione, si dedica prevalentemente alla didattica e alla comunicazione scientifica in ambito astronomico e astrofisico. Da oltre 35 anni si occupa di osservazioni astronomiche con strumentazione di vario tipo. Dal 2003  gestisce il suo Osservatorio Astrofisico R.P.Feynman che è nodo italiano di numerose collaborazioni scientifiche internazionali, sia nell'ambito di ricerche planetologiche su corpi minori del sistema solare ed esopianeti, sia in programmi osservativi relativi a stelle di pre-sequenza e cataclismiche. Da oltre vent'anni collabora con il Gruppo di Astrofisica di Unisalento nelle attività didattiche e divulgative. Come riconoscimento per i suoi meriti scientifici, didattici e divulgativi, l'Unione Astronomica Internazionale ha assegnato il nome (18151) Licchelli all'asteroide 2000 OT60.

 

Il concerto di Cristiana Verardo ed Enza Pagliara, due tra le voci e le interpreti più rappresentative del territorio, che portano in scena “Rrosa”, canti e storie di Rosa Balistreri. Due voci alla ricerca di un’armonia che avvolge e coinvolge, che ammalia e incanta, che cresce e si consuma come una voce di  luna . Enza e Cristiana si vestono dei canti di Rosa, li indossano, fino a farli diventare pelle. Ogni slancio di voce, è una pennellata di colore, e ogni parola è come un morso di melacotogna. E nel masticare questo boccone antico, che risentiamo il sapore della vita, di Iolanda, di Pantalea, Annunziata, Niceta, donne Salentine che pur vivendo in momenti storici ostili, hanno saputo portare avanti la loro rivoluzione.

 

Infine si spegneranno tutte le luci, e dopo l'applauso al cielo stellato, con l'ausilio di un puntatore laser raggio verde, i presenti saranno condotti, fra mito e poesia, intorno alle stelle delle costellazioni estive alla ricerca della stella maestra, mentre la Via Lattea si mostrerà in tutta la sua ancestrale magnificenza. Chi lo vorrà potrà posare sotto le stelle per una indimenticabile foto ricordo con lo sfondo della Via Lattea.

Per l'occasione sarà allestita la mostra di Astro-foto "Ai confini dell'Universo" , una breve carrellata di immagini delle meraviglie cosmiche realizzate interamente con la strumentazione dei componenti del G.A.S.

 

Durante la serata l’azienda vitivinicola Dei Agre offrirà agli ospiti la possibilità di degustare alcune specialità della sua gamma di vini.

Sarà inoltre disponibile il servizio di fast food di Salento Chips.

 

Tutti gli eventi sono a prenotazione obbligatoria.

Per le serate del 10 e 12 Luglio è necessario munirsi di abbigliamento comodo, cuscino per sedersi per terra e antizanzare. Sedie disponibili solo per donne incinte, over 70 e persone con difficoltà motorie (da segnalare al momento della prenotazione).

 

PRENOTA IL TUO ACCESSO QUI >>

 

Per maggiori informazioni:
338 8591002  334 9747023

info@pianopianofestival.it

 

 

 

Copyright © 2020 WORKIN' PRODUZIONI. Tutti i diritti riservati.

Associazione Culturale L'Orchestrina  |  Sede legale: Via Carlo Piaggia, 6 - 73100 Lecce

Seguici su

DESIGNED BY